Ricette

Riso e Pollo al Curry

E’ uno dei miei piatti preferiti, la mia personalissima versione del riso e pollo al curry. E’ il piatto che facevo prima delle chemio. Ma è un piatto che adoro mangiare , per ora solo ogni tanto visto che sono a dieta.
INGREDIENTI
200g di riso basmati
3 hg di pollo pulito e tagliato a fette e a straccetti
1/2 cipolla bianca tagliata a piccoli pezzettini
spicchio di aglio
curcuma q.b.
curry q.b.
sale poco
olio evo poco
RISO BASMATI
Mi sono informata sulla cottura del riso, ma ammetto che io per fare prima, facevo bollire l’acqua e lo buttavo per scolarlo a termine della cottora.
Come cuocere il riso basmati Per garantire questa sua importante peculiarità è fondamentale capire come mantenere e preservare la qualità di questo prodotto anche una volta cucinato. In sintesi: una perfetta cottura del riso basmati è essenziale per la riuscita della vostra ricetta, ecco perché serve sapere come cuocerlo. Risciacquare prima della cottura Essendo ricco di amido, per ottenere la giusta fragranza dei chicchi è bene sciacquare il riso prima della cottura di modo che i chicchi possano restare divisi e compatti. Se in alcuni casi potrebbe piacere quella sorta di cremosità che il riso può rilasciare, nel caso del basmati usato come contorno o insalata è decisamente meglio passare il riso sotto acqua fredda più volte finchè l’acqua in cui lo si sta lavando non apparirà limpida e quindi senza più residui di amido. Consigliati anche 3 o 4 lavaggi. Lasciarlo a bagno per un po’ I chicchi del riso basmati sono piuttosto fragili, per questo è consigliabile lasciarli a bagno nell’acqua fredda per circa una mezz’ora: questo passaggio permette al riso di rafforzarsi e ai chicchi di non spezzarsi in fase di cottura. Una pratica che garantisce migliore compattezza del chicco. Elementi preparatori alla cottura Per cuocere al meglio il riso basmati è bene abbondare con l’acqua cercando di mantenere un rapporto 1 a 1,5 oppure potete verificare che ci siano almeno un paio di centimetri di acqua a ricoprire il riso. In tanti usano anche le tazze come metodo di misura: una tazza di riso corrisponde a 1,5 tazza di acqua. Inoltre sarebbe bene scegliere una casseruola dal fondo spesso, ideale se di ceramica. Cottura La fase della cottura è da seguire con attenzione. Si prende una pentola (o casseruola) e si fa bollire l’acqua, a quel punto si aggiunge il riso basmati (sale a piacere) accertandosi di coprire con un coperchio e tenendo la fiamma vivace per almeno 3 minuti. Trascorsi i 3 minuti serve abbassare la fiamma e tenere il coperchio, lasciando cuocere per altri 10. È bene non sollevare il coperchio durante la cottura per far sì che il riso cuocia grazie al vapore. Fase finale. Ultimata la cottura, spegnere il fuoco e lasciare il riso a raffreddare sempre all’interno della casseruola con coperchio per la cottura finale. C’è chi preferisce invece tirarlo fuori dalla pentola e lasciarlo raffreddare all’aria. A voi la scelta! (Fonte www.lacucinaitaliana.it)
 
POLLO AL CURRY
Far scaldare l’olio in una padella larga e antiaderente, far soffriggere l’aglio e la cipolla aggiungere il pollo e farlo dorare con un pizzico si sale. Aggiungere una prima spolverata di curry e di curcuma. Lasciare cuorere per pochi minuti e aggiungere un po’ di “panna”, io uso la vegetale di soja , altrimenti  2 cucchiai di yogurt greco (sono a dieta mannaggia e uso lo yogurt, ma a davide non piace quindi per lui uso comunque la panna). Aggiungere un altro po’ di curry, in base a quanto vi piace questa spezia, io ne uso parecchia ma adoro il suo gusto. Far terminare la cottura (appena la panna o lo yogurt si sono amalgamati e raddensati per bene). Spegnere i fornelli. Impiattare, da una parte il pollo e dall’altra il riso.

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri iscritti.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Condivilo

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply