Alice attraverso lo Specchio

#GiornoDiciassette

Musica nelle orecchie, ne ho bisogno come il pane, perchè attacco la musica e mi immagino fuori di qui. Evado con la mente dall’essere qui. Perchè a parte questa camera non vedo che poco altro.
E davvero, ci sono persone meravigliose. le infermiere sono strepitose tutte, i medici super disponibili e dolcissimi, ma io ho bisogno di sbrigarmi e tornare dalla mia bimba.
Sono stanca, stufa, ho bisogno di evadere almeno con la mente perchè rimanendo qui sempre tra queste quattro mura un pochetto la testa parte quindi musica in cuffia e mi metto in una bolla senza tempo e senza spazio come sospesa in mondo parallelo dove la musica diventa una compagnia splendida.
Questo pomeriggio poi apro gli occhi e vedo due figure bianche, due infermieri, che sono diventati in questo anno degli Amici, saliti dal DH per venirmi a trovare, che bella sorpresa!!!! Anche perchè non sono troppo per le visite, fatico ad avere confusione intorno, ma ammetto che le persone a me vicine , gli amici, i sorrisi, gli sguardi, gli abbracci sono quelle cose della vita fuori di qui, che mi mancano un sacco, ovviamente oltre alla mia bimba e a Davide.
Piano piano, arriverò a riprendermi la MIA vita, piano piano posso tornare ad avvicinarmi allo specchio per attraversarlo di nuovo, però portandomi nel cuore nuovi personaggi e nuovi legami che mi stanno facendo crescere un pochetto di più. Una parte dello specchio rimarrà ancorata a me per sempre, perchè questo specchio mi aiuta a diventare più grande e forse migliore, e soprattutto mi sta riportando alla Vita.

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri iscritti.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Condivilo

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply