Menu
Alice attraverso lo Specchio

#GiornoQuattro

Ci siamo, è passato un altro giorno. Secondo giorno di Chemio.. Muflone!
Ho visto Davide, siamo stati nel “salottino” mezz’oretta. Lo so che non era l’orario di visita e la oss mi ha anche sgridata, ma lavora tutto il giorno e quando non lavora sta con la nostra cucciola. Questa mezzora per me era come essere in paradiso Appena visto, sono scoppiata a piangere, mi manca, mi mancano le nostre abitudini, mi manca lo stare insieme, scambiarci i baci, le coccole, mi manca la nostra routine, quella fatta dei nostri piccoli gesti e delle nostre piccole attenzioni. Mi manca la nostra intimità, fatta di luce di candele, profumi di casa, un film in tv, di giochi sul tappeto, risate e solletico.
Mi manca casa, mi manca il mio piccolo regno, il mio Paese delle Meraviglie.
Mi manca Mela, soprattutto. Aspetto che sia sera per poterla vedere e stare un po’ con lei anche se attraverso uno specchio che mi tiene separata da lei. Però la vedo, le parlo. E’ il nostro momento, quello in cui mamma è lì per lei, le racconta, le chiede e la vede. Mi manca prenderla e coccolarmela tutta, mi manca tenermela stretta stretta. Ma la mamma le ha fatto una promessa, mamma torna presto e ricomincia a coccolarsela tutta, perchè lei è la mia bussola.
Però qui, nello specchio, non si sta male; non sto male io, certo non sono felice come quando sono con la mia bimba, ma in reparto si sta benone.
Le oss, le magiche infermiere, sempre sorridenti (certo chi più chi meno, neh) , le dottoresse, e i dottori sono tutti disponibili e devo prendermi tutto questo come una vacanza. beh, non sono nel miglior hotel di New York, fuori non c’è la Fifth Avenue (anzi fuori non si vede proprio.. uffa) ma so di essere in un posto sicuro.
Siamo a meno cinque, fatta la seconda infusione continuiamo a viaggiare in direzione ostinata e contraria, in attesa di giungere alla mia meta. Comincio a vederla sempre più nitida, tutta rossa piccola piccola, in attesa di poterla stringere a me.

No Comments

    Leave a Reply