Menu
Vita da Mama

L’allattamento

L’allattamento il mio cruccio

L’allattamento è il mio cruccio. All’ inizio non la presi cosi male, anzi.
Proprio per aver raccontato la mia Storia di Latte, per la mia Amica Monica e per il suo sito (www.sosallattamento.it), io iniziai a capire che scrivere mi faceva bene.

Ed è cosi che pian piano iniziai e non smisi più, tant’è che ad oggi dopo mille cambiamenti è nato il mio Blog.

Poi l’altra sera su instagram mi scrisse una ragazza che fa l’ostetrica, chiedendiomi di raccontare il mio allattamento, io lo avevo già fatto per Monica e andai a rileggere la mia storia di latte, e lacrime (aggiungerei ndr), visto quanto ho pianto dopo averla letta.

Ma andiamo con ordine.

Ma non allatti? Non hai allattato?

La domanda più frequente, No non ho allattato, Mela si è accorta subito che c’era qualcosa che non andava, non sono riuscita ad allattarla. L’ho gia raccontato, e sinceramente non riesco a farlo più.

La cosa “ridicola” è che mi è stato addirittura chiesto quando avevo un bel foulard in testa ed era visibile che io fossi sotto chemioterapia.
Ecco i chemioterapici sono farmaci NON compatibili con l’allattamento. Molti farmaci lo sono, i chemioterapici no, e credetemi la “stanchezza” data dal tumore prima o dalle cure dopo è inspiegabile.

Non l’ho allattata, non ci sono riuscita. Ci ho provato, usando un tiralatte, perché convinta che il mio latte fosse più buono. Ma niente, non ci riuscivo, stavo male, male davvero (e NON era depressione post parto!)
Un tumore delle vie linfatiche mi faceva letteralmente impazzire, e dopo un mese di continue prove, tiraggi e scleri, ho smesso. Ho preso la pastiglia, per togliermi il latte e ho smesso.



l’allattamento e il senso di colpa.

Ecco a posteriori entra il senso di colpa. Quella subdola vocina che mi fa pensare: “Cazzo! Non mi sono IMPEGNATA abbastanza.” “Non ho fatto del mio meglio per la mia cucciola”. “Cavolo! Allattano tutte e io no!” I pensieri che affollano la mia testa ancora oggi.
Non parliamo di quando vedi gente che fresca fresca allatta in giro e tu ti senti piccolerrima a confronto.


Una volta una mia amica ha allattato il suo bimbo a casa mia. Mela ha aspettato che fossero usciti e poi mi chiese che cosa stesse facendo. Ecco io scoppiai a piangere dopo averglielo spiegato perché lei mi chiese: “Ma Mamma lo facevi anche tu con me quando ero piccola?”
Avete idea di un macigno che ti casca sul mignolo? Ecco, più o meno.

La serenità

Ho dovuto imparare che allattare non è per tutti, che non c’è il manuale della buona mamma solo perché allatta. Ho imparato a stringere i denti.
Vero il senso di colpa c’è ancora ma una volta un’Amica scrisse a proposito LO ALLATTI TU???  E io mi alleggerii.

Serenità una parola difficilissima da imparare ma che è bene ricordarsi. Che uno decida di allattare fa una cosa meravigliosa, ma che tu, per qualunque motivo dovessi non farlo, non sentirti in colpa.

Un bimbo cresce lo stesso, diventa grande e si nutre comunque del tuo amore, anche se non del tuo latte.
Anche se prende il biberon di latte artificiale. Noi per di più ci siamo alternati molto ad allattarla. Marito (mi diverto a chiamarlo così visto che guardo la mia fede con orgoglio, e mai avrei pensato) mi ha sostenuto sempre. Ha fatto il papà! Il papà che sostiene, che aiuta. Si è fatto tutte le notti, prima con me, mentre mi tiravo il latte e le davo il Mio biberon, poi da solo con Mela e il latte artificiale.
Il suo sostegno mi ha permesso di continuare a fare la mamma, la chemiomamma, di smidollarmi per ben due volte e di essere Alice.
Alice non è solo mamma, ma Alice è ANCHE mamma.

Non importa il motivo, ce ne sono parecchi per cui decidere di, o di non allattare. Non c’è strada giusta o sbagliata. Ma l’importante è essere serene, perché della nostra serenità loro si nutrono e loro imparano più che mai.

Mela è una bimba serena. Ora che è “grande” la vedo serena e so che il nostro essere sereni l’ha aiutata un sacco.

Scrivo questo per tutte le mamme che come me, ancora oggi ogni tanto, si sentono in difetto. Ma in difetto da chi? Siate serene, la vostra serenità la vedete nel sorriso dei vostri cuccioli, qualunque strada abbiate scelto o stiate percorrendo.

No Comments

    Leave a Reply