Alice nel Paese delle Meraviglie

Lettera a Marla

Cara Marla,
Ti scrivo per raccontarti cosa è successo da quando ho scoperto che non ci sei più. Bene, ho compiuto 35 anni, e ho scoperto di essere diventata una Donna, una Donna con le palle, ma donna.  Sono diventata grande, mi sono svegliata e mi sono accorta che da ragazzina pasticciona mi sono trasformata in una Mammasaura che si prende cura della sua cucciola, e che per farlo, ho attraversato una strada tortuosa, piena di ostacoli, ma ho resisito e non mi sono tirata indietro.
Oggi è la festa della donna, ed io festeggio Me, ma festeggio anche Te, a cui ho dato il nome di una donna perchè ho sempre creduto che le donne siano più stronze degli uomini. Sono più complicate, meno gestibili e tu lo sei stata. Tu mi hai portato all’esasperazione ed ora mi porterai ad affrontare la mia paura più grande: la distanza dalla mia bambina ma lo farò perchè dopo il trapainto autologo di midollo avrò tutto il futuro per stare con lei. Quel futuro sognato e voluto con tutte le mie forze! Quel futuro che mi merito!
Marla , cara, carissima Marla, però ti ho battuto. Ti ho fatto scoprire quanto sia stata forte e quanto tu abbia sbagliato a metterti contro di me.
Poi c’è una donnina di cui ti voglio parlare. Ha solo 13 mesi, ha cominciato a compiere i suoi passi da poco, ha una luce meravigliosamente pura negli occhi tutte le volte che guarda me, guarda il suo papà e guarda il mondo. Tu non potevi saperlo quanto lei sarebbe stata forte, caparbia e meravigliosa nell’insegnarmi la voglia di non arrendermi, nel tenermi per mano in tutto questo cammino. Eppure vedi, Marla, La vedi? Io si, la sto guardando dormire e so che nei suoi sogni ci siamo noi, tutta la nostra famiglia e tutto l’amore che ci ha travolto e coinvolto in tutto questo cammino.
A Lei va il mio augurio più grande, perchè lei è la forza di mammasaura. Ed è a lei, cara Marla, che dedico questa giornata. Perchè cresca indipendente, fiera, che cammini sempre a testa alta, perchè viaggi in direzione ostinata e contraria. Alla mia Melina, alla mia splendida Melina, che possa essere la donna che desidera essere, libera e felice, che abbia sempre il vento in poppa.
E che mi tenga sempre per mano, sopratutto ora. Noi avremo il nostro futuro insieme, tu cara Marla, non sei riuscita nel tuo intento ma ci hai insegnato tantissimo e soprattutto hai insegnato a me, a voler insegnare a mia figlia di rincorrere i suoi sogni perchè sia sempre felice e orgogliosa di sè!
Tanti Saluti
Bye bye!
Alice

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri iscritti.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Condivilo

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply