Menu
Rubriche / Segretini

L’olio di semi di lino

L’olio di semi di lino è diventato uno dei miei alleati, soprattutto nella cura dei capelli.

Che cos’è l’olio di semi di lino?

L’ olio di semi di lino è estratto dai semi del Linum usitatissimum. Era conosciuto già nell’antichità, addirittura dai Babilonesi, più di 3000 anni fa,poi anche dai Fenici e dagli Egizi. Questa pianta è una pianta con fiori di uno splendido azzurro, ed è usata quindi anche come ornamento.

i bellissimi fiori di lino

È una pianta annuale.
I frutti di questa pianta, hanno dei semi minuscoli, da cui si estrae questo “preziosissimo” olio.

Ma come molti sapranno, lavorando le sue fibre si può ricavare uno splendido tessuto. Utilizzato ancora oggi.  

L’olio di semi di lino e i capelli.

In generale

L’olio di semi di lino può essere applicato sui capelli lavati come balsamo ristrutturante poiché reidrata ed elimina l’effetto crespo, rendendo i capelli lucidi e lisci. Può essere applicato ad impacco solo sulle lunghezze per nutrire il fusto, e lasciato in posa circa mezz’ora, prima dello shampoo, in caso di capelli particolarmente danneggiati

Per liberare il cuoio capelluto dalla forfora, prima di lavare i capelli applica un impacco direttamente sul cuoio capelluto: aiuta a normalizzare la produzione di sebo. Qualche goccia sui capelli già asciutti, inoltre, aiuta a prevenire e ridurre le doppie punte. In estate, l’olio di semi di lino, può essere utilizzato come protezione per i capelli esposti a sole e salsedine, prevenendone la secchezza.

Avevo imparato alcune cose su questo olio leggendo un blog , a cui partecipai ma questa è un’ altra storia. E da allora lo iniziai ad usare.

L’olio che sto ysando ora è de La Saponaria https://www.lasaponaria.it/prodotti/it/linea-capelli-ai-semi-di-lino/20-olio-di-semi-di-lino-bio.html

Come lo uso io

Quando ancora non avevo i capelli, mi massaggiavo l’olio di semi di lino dopo la doccia, sulla cute della testa e mi rilassavo. L’ho continuato ad usare coì, fino al momento in cui i capelli non sono cresciuti “troppo” .
Ora prima di iniziare i lavori domestici alla sera, massaggio un po’ di olio di semi di lino sui capelli e sulla cute della testa. Poi lo lascio in posa per una ventina di minuti circa. Nel frattempo sbrigo le noiosissime faccende di casa.

Una volta fatta la doccia, li lavo con uno shampoo delicato. Ed ecco il gioco è fatto.
Utile per la crescita dei capelli è anche l’olio di ricino, ma non lo sto più usando, o per lo meno, non avendolo avuto già in casa, quando ho ripreso a “prenedermi cura di me” e a coccolarmi, me ne sono dimenticata.

Io gli oli li trovo dalla mia amica Maura , che ha il negozio vicino a casa mia. Se non so qualcosa la chiedo a lei, che è sempre disponibile e soprattutto molto preparata.   

Ricominciare a coccolarmi e a volermi bene, a cercare di vedermi bella, è stata una conquista, e ammetto che mi piace un sacco. Non è stato facile. L’obbligo della doccia l’ho sempre rispettato, è parte della cura l’igiene. Ma coccolarsi, prendersi cura di sé è un passetto in più, che io ho impiegato un pochetto a farlo, ma che non ho più intenzione di smettere, anzi ri-smettere, di fare.

Ora sono però curiosa, qualcuno di voi usa l’olio di semi di lino? se sì, come??

2 Comments

  • Roberta
    12 Febbraio, 2020 at 11:52 am

    Io lho usato tanto tempo fa prima di perdere i capelli ma sui miei odorava di pesce 🤮 e allora ho smesso quando ero mastro lindo mettevo il biooil (mio figlio mi chiamava così)

    Reply
    • Alice
      12 Febbraio, 2020 at 8:43 pm

      io non ho mai percepito un cattivo odore. Fino a che i capelli erano cortissimi lo usavo dopo la doccia, o ancora prima sulla capoccia da mastro lindo. Ora per evitare di sembrare unta dal divino telma, lo metto prima e lo lascio in posa prima di lavarli. Ammetto che ho qualche problemino con le dosi.

      Reply

Leave a Reply